La BLS si batte senza fortuna

Biancorossi sempre in partita, ma l’infelice serata degli arbitri frena la rimonta: 83-75

06.06.12 06:10
By redcc

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.83/5 (6 Voti)

La BLS si batte senza fortuna

La BLS lotta col coltello tra i denti per l’intero incontro, rientra più volte dopo essere stata sotto nel punteggio, ma non riesce a giocarsi il finale per via delle decisioni della coppia arbitrale, che contribuiscono a scavare il solco decisivo. L’AcegasAps Trieste impatta dunque la serie, che ora si sposta a Chieti per due gare decisive, venerdì e domenica.
La tensione è evidente nelle prime battute del match, con diversi errori e punteggio basso. La prima scossa è firmata da Ruzzier, cui risponde Gialloreto, ma nel finale di frazione i padroni di casa trovano con continuità il canestro, arrivando al 21-13.
Le tante palle perse non consentono la rimonta teatina, Sorgentone prova la zona con alterne fortune, ma una fiammata di Ferraro e le penetrazioni degli esterni tengono avanti i giuliani. Nel finale di primo tempo la BLS prende fiducia in attacco, e nonostante il terzo fallo di Gialloreto risale fino al 43-37 dell’intervallo grazie alla precisione dalla lunetta.
La sfida si accende nel terzo periodo, l’AcegasAps è in serata nel tiro pesante ma non ferma i giochi a due tra Rajola e Rossi, che si prende progressivamente la scena dominando l’area e caricando di falli i lunghi avversari: arriva il break di 7-0, che consente ai biancorossi di tornare in scia sul 55-54.
Ruzzier e Rossi sono protagonisti anche all’inizio dell’ultimo quarto, ma dopo la tripla del nuovo +6 di Moruzzi gli arbitri si rendono protagonisti di una serie di fischi che segnano la partita, sanzionando in sequenza un fallo in attacco ed un tecnico al fin lì ottimo Raschi, e due falli a Rossi di cui uno nella metà campo offensiva: Trieste concretizza sia dalla lunetta che dal campo, volando in poco più di un minuto a +15 con Carra e Zaccariello. Il passivo è troppo grande e i minuti sempre meno, anche se le Furie giocano con orgoglio fino all’ultimo secondo, e col pressing arrivano perfino al -5 a 60 secondi dalla sirena. Carra e compagni gestiscono comunque il vantaggio, pareggiando la serie: l’appuntamento è per venerdì alle 21 al Pala Santa Filomena, per una gara da non fallire.

AcegasAps Trieste – BLS Chieti 83-75 (21-13; 43-37; 55-54)
AcegasAps Trieste: Ruzzier 14, Mastrangelo 10, Moruzzi 15, Ferraro 15, Gandini 3; Zaccariello 5, Bonetta, Maganza, Carra 21, Urbani. All. Dalmasson.
BLS Chieti: Rajola 4, Diomede 9, Raschi 15, Porfido 4, Rossi 28; De Gregorio ne, Gialloreto 12, Iannone 3, Martelli ne, Di Emidio. All. Sorgentone.
Rimbalzi: Trieste 34 (Gandini 9), Chieti 33 (Rossi 8). Assist: Trieste 8 (Ruzzier 4), Chieti 10 (Raschi 5). 


06.06.12 06:10 - redcc - Letto 654