Pescara balla la Samba: finisce 4-1

Prova strepitosa della squadra di mister Lerda. A segno Alfageme, De Lucia, Di Matteo e Sansovini PUBBLICATO il Fotoservizio completo di tutta la partita

16.09.07 17:55
By Fernando Errichi PagineAbruzzo

Pescara balla la Samba: finisce 4-1 Prova strepitosa della squadra di mister Lerda. A segno Alfageme, De Lucia, Di Matteo e Sansovini PUBBLICATO il Fotoservizio completo di tutta la partita  a cura di Cristiano Ciccarelli
PESCARA -SAMBENEDETTESE 4-1
Reti: 12' Alfageme (P), 7'st rig. De Lucia (P), 32'st Di Matteo (P), 41'st Curiale (S), 42'st Sansovini (P)
Tabellino

Pescara: Indiveri, Diliso, Romito, Fortunato, Vitale, Caracciolo (10'st Leone), Ferraresi, Micco, Felci, Alfageme (15'st Sansovini), De Lucia (28'st Di Matteo). In panchina: Aridità, Conti, Pacher, Zappacosta. All. Lerda

Sambenedettese: Visi, Pistillo, Ferrini, Giorgino (27'st Olivieri), Servi, Galeotti, Soddimo, Marino (36' Palladini), Curiale, Romanelli, Cia (9'st Alteri). In panchina: Bindi, Moi, Camisa, Morini. All. Ugolotti

Arbitro: Nasca di Bari

Ammoniti: Diliso, Servi, Caracciolo, De Lucia

Note: spettatori 4.000 circa. Nel primo tempo invasione di campo pacifica da parte di un singolo che, indisturbato, attraversa tutto il campo per andare a fare un gestaccio sotto la 'gabbia' occupata dai tifosi marchigiani.

PESCARA - Una partita bellissima. Il Pescara supera magistralmente la Sambenedettese nel derby del medio Adriatico con una gara a dir poco strepitosa. Tutti, infatti, sono rimasti colpiti dalla prestazione maiuscola della squadra di mister Lerda, sia sotto il punto di vista dei singoli, sia sotto quello del gruppo. Un 4-1 'sonoro' che non concede repliche ai rossoblu arrivati allo stadio Adriatico con l'intento di strappare almeno un punticino che avrebbe permesso di muovere la classifica. E invece no. Il Pescara questo non lo ha permesso. La 'nuova' squadra messa a disposizione di mister Lerda, infatti, non scherza: dà l'impressione, infatti, di essere forte in tutti i reparti e non sembra potersi accontentare di una stringata salvezza. Se questo è il vero Pescara, allora i tifosi biancazzurri potranno esserne certi: i biancazzurri potranno andare fino in fondo giocandosi addirittura le possibilità di promozione. Difficile non entusiasmarsi al termine della gara, sospinta a gran voce dal pubblico presente: insomma, tutta un'altra storia.
Il Pescara ha messo subito in chiaro le sue intenzioni andando in gol al 12' con Alfageme. L'argentino proveniente dal Brescia è stato una rivelazione: probabilmente il migliore in campo fino alla sua sostituzione, ha dato spettacolo mantenendo il pallone, scartando gli avversari, concludendo felicemente a rete e facendo salire la squadra con sicurezza. La Samb non è riuscita a ribattere e la difesa biancazzurra non è mai stata in affanno per tutta la prima frazione. La ripresa si apre con il calcio di rigore conquistato e battuto da De Lucia, perfetto nel realizzare dagli 11 metri. Mister Lerda inizia la girandola delle sostituzioni indovinando ogni mossa: cambia tutto il fronte offensivo (Alfageme è dovuto uscire per una botta al naso datagli inavvertitamente da Palladini) inserendo Luca Di Matteo e Sansovini, ed entrambi trovano il gol nel finale. Al 32'st, infatti, Sansovini porta palla, trova la conclusione, Visi ribatte, palla a Di Matteo che fa sedere Ferrini sulla linea di porta e manda in rete la sfera. Al 41'st l'orgoglio della Samb produce la rete che accorcia le distanze: nel batti e ribatti è più lesto Curiale che la manda nel sacco. Palla al centro è tocca a Sansovini che, in contropiede, salta il proprio avversario e trafigge per la quarta volta Visi. Biancazzurri in visibilio. Quest'anno ci si divertirà.
Fernando Errichi

16.09.07 17:55 - Fernando Errichi PAGINEABRUZZO