Lanciano-Trapani: cresce l'attesa per la finale

Mancano ormai poche ore alla gara di andata della finale playoff fra Trapani e Lanciano che si giocherà proprio in terra abruzzese domenica alle ore 15 con diretta televisiva su Raisport 2.

02.06.12 12:03
By redcc

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.33/5 (3 Voti)

Lanciano-Trapani: cresce l'attesa per la finale

Cresce inevitabilmente l’attesa tra i tifosi che sognano, ma non si illudono. Occhi puntati dunque su questa delicatissima sfida che potrà decidere un primo ed importante traguardo per la conquista di un posto nella serie cadetta. I granata potranno contare sull’apporto di quasi tutti i giocatori della propria rosa, eccetto gli infortunati Perrone, alle prese con un problema al polpaccio, e Massimo Lo Monaco che sta effettuando la riabilitazione dopo la rimozione della placca alla caviglia. Mentre il Lanciano avrà delle defezioni non di poco conto per la squalifica di un turno del bomber Leonardo Pavoletti, il capitano Amenta e per due dell’ericino Titone.

Sarà altresì squalificato per due turni l’allenatore Carmine Gautieri, espulso nella concitata gara di ritorno di playoff domenica scorsa al De Simone di Siracusa. Proprio il tecnico dei rossoneri abruzzesi fu vittima, assieme ad alcuni tesserati del Lanciano, di atti violenti da parte di tifosi aretusei, quando entrarono in tribuna per seguire la partita subito dopo l’espulsione.

I granata, comunque, anche se non presentano problemi di organico, hanno tra le loro fila mezza difesa diffidata Priola, Lo Bue, Filippi, Pagliarulo, Domicolo e Sabatino. Handicap che potrebbe rappresentare un freno per i giocatori granata che rischiano di saltare la gara di ritorno, al Provinciale, domenica prossima.

Quella con il Lanciano sarà una gara che verrà giocata molto sui “nervi” e sulla strategia, in ottica 180 minuti. Intanto, proprio la comitiva granata di Roberto Boscaglia, nel pomeriggio di ieri è partita alla volta di Lanciano per preparare nel migliori dei modi la difficilissima gara. Per tale motivo non ha potuto concedere la consueta intervista del giovedì alla stampa. Per quanto riguarda la formazione che il tecnico gelese schiererà in campo non ci sono grosse indiscrezioni che facciano pensare a quale schieramento tattico possa utilizzare in quanto si dovrà valutare la disponibilità di Barraco e di Gambino, reduci da infortuni e che hanno giocato soltanto uno spezzone di gara domenica scorsa contro la Cremonese. Si dovranno verificare anche le condizioni fisiche di Tedesco, sostituito nel primo tempo per un risentimento all’adduttore.

Certo che in queste gare la pretattica è elemento indiscutibilmente utilizzato da tutti i tecnici di qualsiasi categoria poiché la posta in palio è davvero alta.

Vedremo se domenica il trapani si schiererà con il più prolifico modulo tattico 4-4-2 o verrà effettuato un modulo più accorto, per sfruttare il doppio confronto e giocarsi la qualificazione al Provinciale, come è successo nelle due gare di semifinale con la Cremonese, anche se la gara di domenica scorsa con la Cremonese ha evidenziato come il Trapani non è squadra che può giocare attendendo l’avversario, la sicurezza del doppio risultato è stata un boomerang per gli uomini di Boscaglia ed inoltre i granata non riescono a tenere bene la tensione della gara.

Quest’ ultimo dato, a nostro parere, è stato determinante nella stagione regolare. La tensione di dover a tutti i costi raggiungere un obiettivo e mantenerlo è quasi tabù per i giocatori granata. Dal momento in cui, vedi la partita di ritorno di campionato con il Siracusa persa per 2-1, è venuta a mancare la concentrazione e soprattutto la libertà di non dover far risultato a tutti i costi, il Trapani ha dilapidato il suo enorme vantaggio a dispetto dei suoi inseguitori. Questa tesi è suffragata dal doppio momento che ha vissuto domenica scorsa la squadra: prima del vantaggio della Cremonese i granata praticamente non erano stati mai pericolosi in area di rigore, erano lenti e facilmente prevedibili. Dopo il goal dei lombardi hanno cominciato a macinare gioco, trovando anche un pò fortunosamente il pareggio. Se la squadra domenica a Lanciano giocherà con il sangue agli occhi, come ha fatto con il Sud Tirol qualche settimana fa, allora potrà giocarsi con più chance la promozione, altrimenti si rischierà seriamente di non raggiungere nessun traguardo.

Intanto domenica si terrà in collaborazione con Radio Cuore al PalaDespar, in occasione della contemporanea gara di finale playoff Dnc del basket Trapani contro Acireale con inizio alle 18, la messa in onda su maxi schermo della partita del Trapani Calcio che inizierà alle ore 15. I biglietti quindi acquistati daranno diritto all’ingresso per seguire i due importanti match.

I cancelli verranno aperti alle ore 14. I prezzi dei biglietti saranno i seguenti:

Parterre euro 18; Gradinata ordinario euro 4; Gradinata per abbonati ordinari, Forze dell'Ordine, tesserati Fip, studenti universitari, pensionati euro 2,50; Gradinata per abbonati ragazzi (6-18 anni), Associazione Trapanesi Granata, Familiari atleti Pallacanestro Trapani euro 2.

Per l'occasione, si associa una speciale promozione: anche gli abbonati del Trapani Calcio avranno diritto all'ingresso al Paladespar acquistando un biglietto al costo di euro 2,50.

fonte: www.altratrapani.net

02.06.12 12:03 - redcc - Letto 1022