Aprilia-L'Aquila: 3-0

Seconda sconfitta consecutiva per i rossoblu. Aprilia sola in testa a punteggio pieno

17.09.12 00:14
By redcc PagineAbruzzo

Aprilia-L'Aquila: 3-0

Dopo la convincente prestazione offerta in Coppa Italia contro Il Teramo, L'Aquila Calcio riprende il campionato dal "Quinto Ricci" di Aprilia: la formazione locale, attualmente in testa alla classifica con 6 punti (frutto di due vittorie in altrettanti incontri disputati) dispone di un colletivo molto solido assemblato dal tecnico Vincenzo Vivarini, nell'ambito del quale spiccano le individualità dei due attaccanti Calderini e Ferrari.
L'Aquila, dal canto suo, si presenta in terra pontina con varie assenze: sono infatti squalificati il portiere Testa ed i due centrocampisti Carcione (capitano la cui fascia oggi va al braccio di Colussi) e Iannini. Manca anche (per infortunio) l'altro mediano Menicozzo.
Mister Stefano Zarattoni (in panchina al posto di Graziani, ancora out per la squalifica di Salerno) opta comunque per il 4-3-3: Modesti in porta; linea difensiva formata da Petta, Ligorio, Pomante e Ingrosso; Agnello, Triarico e Ciotola (arretrato dalla sus canonica posizione di ala) in mediana; trio d'attacco composto da Infantino punta centrale con Improta e Colussi ad agire larghi sulle corsie.
Partita che comincia a ritmi subito alti: i padroni di casa provano a farsi pericolosi prima con Ferrari (2') e poi con Croce (10') ma i loro tentativi non hanno esito.
L'Aquila risponde al 14': Triarico mette in mezzo un cross molto tagliato che Di Vincenzo tocca all'ultimo evitando così gli interventi sia di Colussi che di Ciotola.
La partita scorre via piacevole: al 25' i padroni di casa vanno in gol con Sembroni, che di testa mette alle spalle di Modesti un assist in rovesciata di Ferrari, ma l'arbitro annulla per fuorigioco.
Cinque minuti più tardi, pontini ancora pericolosi: tiro cross di Criaco da fondo campo, Ingrosso libera quasi sulla linea di porta. L'Aprilia continua ad andare in spinta: Diakitè serve Criaco che prova la conclusione da fuori area. Il pallone termina di poco alto (38'). Tanta mole di gioco fa da preludio alla rete del vantaggio dell'Aprilia: a siglarla è Croce su calcio di punizione (41').
Nel finale di tempo veemente reazione de L'Aquila: prima Agnello dal limite mette il pallone di pochissimo alto sulla traversa (42'), poi Triarico trova sulla sua strada il decisivo intervento di Di Vincenzo, che toglie la sua conclusione dall'incrocio dei pali (44').
Al rientro dopo l'intervallo nelle file de L'Aquila Mucciante ha preso il posto di Ingrosso: sostituzione che non apporta alcun nessun cambiamento dal punto di vista tattico.
L'Aquila comincia subito in attacco. 5': errore di Carta che libera l'inserimento sulla fascia di Triarico, chiude però su di lui Amadio.
Cinque minuti più tardi, però, arriva il raddoppio dell'Aprilia: Calderini lancia Criaco, servizio perfetto per Marfisi che dal centro dell'area fredda Modesti.
Secondo cambio per L'Aquila: esce Improta, al suo posto Marcotullio (14').
Pontini vicini alla terza marcatura al 16': Sassano, entrato da cinque minuti al posto di Marfisi, mette al centro per Calderini che elude il fuorigioco e tira a tu per tu con Modesti. L'estremo difensore rossoblù si supera ed evita il gol.
20': terzo cambio nelle file de L'Aquila, Rapisarda prende il posto di Petta. Contestualmente l'Aprilia manda in campo Corsi per Criaco.
Partita nelle mani dell'Aprilia che controlla il ritmo ed impedisce a L'Aquila qualsivoglia tentativo di riaprire i giochi: al 29' terzo cambio per i pontini che sostituiscono Ferrari con l'ex perugino Ferri Marini.
Padroni di casa ancora pericolosi al 32'. Contropiede orchestrato da Sassano che dà palla a Calderini, il numero 10 dell'Aprilia vede Modesti fuori dai pali e tenta il pallonetto: alto.
A sei minuti dalla fine arriva la terza marcatura dei padroni di casa: a firmarla Ferri Marini che vince un rimpallo e dal limite dell'area azzecca l'angolo alla sinistra di Modesti.
Seconda sconfitta consecutiva in campionato per i rossoblu: ora l'imperativo è dimenticare in fretta il ko e concentrarsi al meglio per la sfida interna con il Fondi di domenica prossima.

Tabellino

Aprilia: Di Vincenzo, Cane, Carta, Croce, Sembroni, Diakite, Criaco (20'st Corsi), Amadio, Ferrari (29'st Ferri Marini), Calderini, Marfisi (11'st Sassano). A disposizione: Caruso, Formato, Fabiani, Gomes. All. Vivarini
L’Aquila: Modesti, Petta (20'st Rapisarda), Ligorio, Agnello, Pomante, Ingrosso (1'st Mucciante), Improta (14'st Marcotullio), Triarico, Colussi, Ciotola, Infantino. A disposizione: Tomarelli, Gizzi, Dall'Armi, Piccioni. All. Zarattoni (Graziani squalificato)
Arbitro: Ripa di Nocera Inferiore
Reti: 41'pt Croce (Aprilia); 10'st Marfisi (Aprilia); 39'st Ferri Marini (Aprilia)
Ammoniti: Petta, Infantino (L'Aquila); Corsi, Sassano (Aprilia)

17.09.12 00:14 - redcc PAGINEABRUZZO