3a cat. A: Sporting Pro Penne - San Donato Calcio 1-0

Non guarda più in faccia a nessuno la Pro penne di mister Calista, che continua la sua marcia inarrestabile e abbatte la squadra pescarese del S. Donato 1 a 0, entrando di diritto in piena zona play-off. Articolo inviato da Di Simone Fabio (Pro Penne).

07.03.12 15:28
By lfisch

Dai, vota anche tu!!! Votato 3.67/5 (6 Voti)

3a cat. A: Sporting Pro Penne - San Donato Calcio 1-0

SPORTING PRO PENNE: Nobilio, Di Zio, Ridolfi, Cardone, Evangelista, Ruggeri, Di Federico (13’st Petrucci F.), Calista, Tabilio (27’st Giancaterino), Antonacci (C), Chiavaroli. A disp: Perrotti, Astolfi, Silano, Palma. All.: Calista Giovanni

SAN DONATO CALCIO: Sorgetti, Santavenere, Fratini, Fulco (C), Dell’ Osa, D’ Alleva, Bertolissi, Di Carlo, Carchesio, Perini, D’ Agostino. A disp.: Moggio, Tormenti, Marinucci, Mazzocchi, Prosperi. All.: Pomponio

Arbitro: ------

Ammoniti: Fratini (SD), Bertolissi (SD)

Espulsioni: Ruggieri (SP)

SI CONTINUA INESORABILMENTE A VINCERE

Non guarda più in faccia a nessuno la Pro penne di mister Calista, che continua la sua marcia inarrestabile e abbatte la squadra pescarese del S. Donato 1 a 0, entrando di diritto in piena zona play-off.

Vittoria casalinga fondamentale, soprattutto dal punto di vista mentale; unica nota stonata, l’ennesima espulsione di Ruggieri, che perde la testa e reagisce alle provocazioni avversarie: reazione evitabile!

Man of the match”: Gianluca Calista! Il centrocampista, arrivato durante il mercato invernale di riparazione, si sta dimostrando (come auspicato) l’uomo in più. Terza rete per lui in quattro gare disputate, fisicità ed esperienza a servizio della squadra.

CRONACA

Un primo tempo noioso, privo di emozioni, tanta attenzione da parte delle due squadre nello studiarsi e nessuna rilevante occasione da segnalare se non la girata di testa di Di Federico (PP), che al 20° sfiora il palo alla destra di Sorgetti.

Ripresa invece scintillante, con il solito Di Zio sulla corsia di destra; gioie e dolori per lui, incontenibile con le sue ripartenze e sbadato in alcune occasioni. Chiavaroli e Tabilio si danno un gran da fare, gli attaccanti gialloblù curano molto la fase difensiva, tanto “lavoro sporco” per loro, per poi divenire pungenti in fase di ripartenza. Pressing asfissiante, la Pro Penne ci mette “anima e core” ed il vantaggio è servito. Tabilio s’invola in area, arriva sul fondo, cross radente quindi intelligente e gol dell’accorrente Calista; inserimento da vero attaccante per lui, anticipo e piatto destro alla sinistra di Sorgetti. Uno a zero.

A questo punto San Donato costretto a scoprirsi e come al solito Pro Penne incapace di chiudere il match; tutto poteva essere più semplice, ma è risaputo che la squadra vestina è amante del brivido. Si comincia con Ruggieri, come già detto, che si concede ingenuamente la doccia anticipata; successivamente salgono in cattedra gli ospiti. Su tutti Charchesio e Perini, coadiuvati dal supporto sulla mediana di Bertolissi, tutti autentici mattatori, che proveranno più volte a firmare il gol del pari. Solo un super Nobilio e la buona sorte evitano l’ennesimo pareggio casalingo alla compagine gialloblù.

Dunque la Pro penne sale a quota 30 punti in classifica, l’entusiasmo è alle stelle, c’è la consapevolezza di poter arrivare fino in fondo… ed allora sognamo!

Fabio Di Simone

07.03.12 15:28 - lfisch - Letto 1279