3a cat. A: Picciano - Sporting Pro Penne 1-1

Articolo doppio: la prima parte inviata da Di Simone Fabio (Pro Penne), la seconda parte da Francesco Di Gaetano (Picciano Calcio).

16.03.12 22:41
By lfisch

Dai, vota anche tu!!! Votato 3.75/5 (4 Voti)

3a cat. A: Picciano - Sporting Pro Penne 1-1

PICCIANO CALCIO: Consalvo, Affettuosa, Fagnani, Giferni, Simonante, Hatija, Rezk, Della Valle, Di Federico, Di Silverio L., Di Silverio G (C). A disp.: Ceresano, Affettuosa R., Tabilio, Camplese. All.: Pilone

SPORTING PRO PENNE: De Fabritiis, Giancaterino (Perrotti), Ridolfi, Palma, Evangelista, Cardone, Silano (Petrucci), Calista (Nardicchia), Tabilio, Antonacci (C), Chiavaroli (Di Federico). A disp: Palma, Marini, Finocchio. All.: Calista Giovanni

Arbitro: D'Agostino

Ammoniti: ------

Espulsioni: Calista (all. Pro Penne)

COSE DELL'ALTRO MONDO

La Pro Penne rallenta e raccoglie solo un punto contro il Picciano Calcio, un pareggio esterno che sta stretto agli ospiti, a fine gara infatti, tanto rammarico per via delle innumerevoli occasioni da gol non concretizzate.

Ma a far notizia non sarà il risultato finale, bensì l’atteggiamento incomprensibile ai danni della compagine pennese, letteralmente aggredita e costantemente insultata durante tutto l’arco della gara da giocatori e pubblico locale. Una caduta di stile vera e propria! Comportamento inspiegabile, figlio forse di passati rancori, risalenti al match d’andata, dove a far notizia fu solo il roboante risultato finale.

Come se non bastasse, a far da cornice a tutto questo, la raccapricciante direzione di gara; l’arbitro risulterà prevenuto in ogni sua decisione ai danni della Pro Penne, condizionato, per sua stessa ammissione, dalle passate vicende pennesi.

CRONACA

Forse un punto di forza dei locali, fatto sta che la prima frazione di gioco risulterà noiosissima, le pessime condizioni del rettangolo di gioco infatti, hanno condizionato le due squadre nello sviluppo delle rispettive azioni. Da segnalare solo due occasioni, una per parte; al nono minuto disattenzione della difesa pennese che regala palla a Di Federico, l’attaccante di casa non ne approfitta e spara alto; sciagurata anche la difesa del Picciano che permette a Chiavaroli di concludere a rete; palombella perfetta dell’attaccante gialloblù, che supera Consalvo ma non fa i conti con l’irregolare ed insidioso terreno di gioco… la sfera rimbalzerà a terra prima della linea di porta, prendendo tutt’altra direzione. Palla fuori.

Cambia l’andamento del match nel secondo tempo. Si parte al 12’ con Antonacci che su punizione impegna severamente l’estremo difensore di casa; Consalvo non trattiene e Pro Penne poco reattiva nell’approfittare della respinta. Al 15’ doccia fredda per gli ospiti; punizione dalla destra di Della Valle, il cross diventa un tiro micidiale che andrà ad insaccarsi all’incrocio dei pali, trafiggendo un incolpevole De Fabritiis.

La Pro Penne non ci sta, Calista cambia le carte, inserendo un motivatissimo Nardicchia. Scelta azzeccata. L’esperto attaccante pennese infatti firma il gol del pareggio, grazie ad un super assist di Tabilio. Occasioni una dopo l’altra per il sodalizio gialloblù, ghiotte opportunità che però non saranno capitalizzate al meglio. Prima Calista, non trova il gol a porta praticamente sguarnita e poi Tabilio, che lanciato a rete da Palma colpisce il palo interno; la sfera rimane in gioco, l’accorrente Nardicchia arriva per primo sul pallone, palla di nuovo calciata sul palo; nella stessa azione, la palla carambola ancora sui piedi di Tabilio che sfinito calcerà fuori. Nel finale ancora Pro Penne con Di Federico che di testa non troverà la deviazione giusta.

Fabio Di Simone

----------------------------------------------------

Picciano – In una partita con poche occasioni da gol, il Picciano Calcio, che ha qualcosa da recriminare, conquista un punto importante in una partita contro una rivale diretta per un posto ai play off. La squadra di casa è scesa in campo in maniera molto compatta disputando una gara solida concedendo veramente poco, dall’altro lato alcuni elementi dello Sporting Pro Penne sono arrivati al “Comunale” con il loro classico intento di incattivire la partita e di provocare gli avversari, ma questa volta, a differenza di quanto accaduto durante la gara di andata, il Picciano non è caduto in trappola.

La partita inizia con il Penne in avanti ed un Picciano che pensa a difendersi, ma al 15° la squadra di casa si sveglia e inizia a rendersi pericolosa. Al 24°, a seguito di un fallo laterale, Haysam Rezk riesce a liberare con un colpo di testa Manuel Di Federico che, solo davanti al portiere, tira incredibilmente alto sopra la traversa. Intorno al 30° la partita inizia ad incattivirsi, il numero 11 ospite reagisce con una gomitata ad un fallo di Luca Di Silverio, dando il via ad un parapiglia generale a centrocampo.

Il secondo è la fotocopia del primo, tuttavia il Picciano riesce a portarsi in vantaggio grazie ad una splendida punizione di Alessandro Della Valle, che da 35 metri infila il portiere avversario. Dopo pochi minuti il Picciano ha l’occasione per raddoppiare ma Giordano Di Silverio, anche per via di un terreno di gioco malandato, non riesce a stoppare una palla che lo avrebbe portato a tu per tu con il portiere avversario. La partita si accende ed al 32° Manuel Di Federico si trova davanti al portiere dello Sporting Pro Penne che riesce a fermarlo e sul suo rinvio gli ospiti si trovano 3 contro 1, in dubbio fuorigioco, davanti alla porta difesa da Angelo Consalvo e riescono a pareggiare i conti. A seguito del pareggio e delle proteste per la sospetta posizione di fuorigioco il Picciano entra nel suo ormai noto tunnel dei 5 minuti di follia, infatti al 34° la Pro Penne rischia di ribaltare il risultato ma grazie ad un intervento magistrale di Consalvo il risultato resta fermo sull’1-1. La partita si chiude con entrambe le compagini che cercano inutilmente di portare a casa i 3 punti.

Francesco Di Gaetano

Addetto Stampa

a.s.d. Picciano Calcio

16.03.12 22:41 - lfisch - Letto 2721