L’Amiternina Juniores espugna il comunale di Isernia con un risultato netto e schiacciante.

La partenza di Vitale e compagni è spumeggiante. Al 5’ Lepidi con azione personale si procura un rigore che realizza in maniera impeccabile.

01.10.12 12:08
By redcc PagineAbruzzo

L’Amiternina Juniores espugna il comunale di Isernia con un risultato netto e schiacciante.

CAMPIONATO JUNIORES NAZIONALE:

ISERNIA – AMITERNINA 2 a 5

“EUROGOL da 50 metri dell’ex Lazio PARMENSE (classe 95).”

L’Amiternina Juniores espugna il comunale di Isernia con un risultato netto e schiacciante.
La partenza di Vitale e compagni è spumeggiante. Al 5’ Lepidi con azione personale si procura un rigore che realizza in maniera impeccabile.
Al 20’ Vitale con una bel tiro da fuori area sfiora il raddoppio.
Al 30’ però una disattenzione difensiva porta al pareggio la squadra molisana, che sulle ali dell’entusiasmo schiaccia la squadra ospite nella propria metà campo senza concedere più occasioni da rete.
Secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, con i giovani giallo-rossi che sfiorano il vantaggio con Fatigati, dopo una bella combinazione sull’asse Marronaro-Vitale.
L’Isernia però non demorde e trova il vantaggio con una bella rete del giovane Coppola, bravo a destreggiarsi nella difesa aquilana e dopo una serie di dribbling, sferra un violento tiro da fuori area battendo l’incolpevole Raso.
L’Amiternina però non si abbatte e reagisce trovando l’uno due con Bocchino che riporta la squadra in vantaggio.
L’Isernia accusa il colpo ed la squadra giallo-rossa con molta concretezza dilaga prima con Vitale e poi con un eurogol di Parmense, che beffa il portiere di casa con un pallonetto da 50 metri.

“Prestazione netta ed importante per la nostra formazione-afferma mister Peppe Ficara-volevamo fortemente la vittoria e siamo contenti per essere riusciti a conquistarla. Abbiamo condotto la gara per lunghi tratti,ma due ingenuità difensive si sono costate due reti avversarie. In futuro bisogna cercare di
essere più cattivi e concreti”.

Soddisfatto per il risultato, non per la prestazione, Pierpaolo Rotili:
“abbiamo fatto fatica in difesa e a centrocampo, soffrendo il pressing e la vivacità della squadra locale. Un primo tempo giocato male, troppo sotto ritmo, causa anche il gran caldo ed un viaggio troppo lungo, lo sprono negli spogliatoi è stato utile. Dobbiamo fare più attenzione alla fase difensiva e trovare più personalità nella costruzione del gioco, in quanto l’organico a disposizione può dare molto di più”.

01.10.12 12:08 - redcc PAGINEABRUZZO