Pescara-Torino: la carica dei 20.000

Pescara si stringe introno ai ragazzi di Zeman per inseguire una categoria assente da 20 anni

12.05.12 10:44
By redcc

Dai, vota anche tu!!! Votato 0/5 (0 Voti)

Pescara-Torino: la carica dei 20.000

PESCARA – Grande fermento in città, grande entusiasmo, grande voglia di Serie A.

La partita che oggi il Pescara giocherà contro il forte Torino, attualmente primo con due punti di vantaggio sui biancazzurri, è più di una semplice gara di calcio.

Il popolo del Delfino in questi anni è stato “ostaggio” di presidenti e dirigenti che hanno cercato di tutelare i propri interessi, senza curare il termometro emozionale dei calorosi tifosi.

Oggi pomeriggio alle ore 18:00 lo Stadio Adriatico sarà una bolgia (20.128 spettatori), tifo a gran voce, sventolio di bandiere e tanto calore per spingere Immobile e compagni verso la meta.

Comunque andrà, sarà un successo perché il boemo ha restituito al Pescara e alla sua città quella voglia di divertimento che mancava da troppo tempo ed in qualche modo sta mitigando il momento difficile che tante famiglie vivono, regalando due ore di puro diletto. (CC)

Forza Pescara


Pescara-Torino in NUMERI

Le prime due della classe si affrontano nel prossimo turno allo stadio 'Adriatico'. In serie positiva da cinque giornate, ultima sconfitta ad Empoli per 1 a 0, i granata giungono al big match detenendo il primato cadetto del possesso palla (28:21), dato questo nettamente superiore rispetto le altre contendenti (+4.2 rispetto al Sassuolo, +6.1 sul Brescia, +6.9 rispetto al Pescara). La compagine guidata da Ventura sviluppa una densità di gioco prevalentemente nella zona mediana del campo (50%) privilegiando le sortite offensive per vie centrali (42%) e lungo l'out destro (34%). Principale artefice della manovra granata è Iori: il centrocampista è quarto in graduatoria per passaggi realizzati (1676) a fronte di una media partita di 67.5 palloni giocati, 15 giocate utili e 19 recuperi sugli avversari.

Il Pescara viene da 4 vittorie nelle ultime quattro giornate (18 reti all'attivo, 2 al passivo). Con una percentuale di pericolosità pari al 66% i biancoazzurri staccano nettamente le dirette avversarie: +29% rispetto al Torino, +35.5% su Hellas Verona e Reggina. Un dato questo che mette in risalto le qualità dell’undici guidato da Zeman che detiene il primato delle conclusioni a rete (16.1, il 42% dei quali indirizzati nello specchio della porta avversaria), giocate utili (629.3) e supremazia territoriale (11:44). Nel Pescara in evidenza il duo Immobile (26 reti a fronte di 129 tiri) - Insigne (17 reti a fronte di 168 tiri). Quest’ultimo risulta anche il miglior assist man dei cadetti (74).

12.05.12 10:44 - redcc - Letto 508