La Flacco Porto pensa in grande con gli acquisti di Centofanti e Miani

Il Presidente Paluzzi chiude due importanti operazioni di mercato che rendono la squadra pescarese ancora più competitiva.

04.12.09 15:10
By alondr

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.8/5 (5 Voti)

La Flacco Porto pensa in grande con gli acquisti di Centofanti e Miani

di Angelo Londrillo

Doppio colpo in casa Flacco Porto: a disposizione di mister Masciovecchio sono arrivati Daniele Centofanti, laterale d'attacco classe '83, e Andrea Miani, attaccante classe '88.

I due si sono messi subito al lavoro per preparare la partita casalinga di sabato contro il Torre Alex Cepagatti.

Daniele Centofanti è cresciuto calcisticamente nelle file della Pescara calcio, con la quale è arrivato ad essere il capitano della formazione Primavera allenata da Cetteo Di Mascio; in questo primo scorcio di stagione ha indossato la casacca del Notaresco, mentre nella scorsa è stato protagonista della promozione in Eccellenza del Mosciano. Centofanti potrà così rigiocare, dopo molti anni, con il compagni di settore giovanile Marco Coppa. Queste le sue prime impressioni:

"ho trovato subito una società seria ed organizzata; il presidente Paluzzi tiene molto a questa realtà, la squadra è senza ombra di dubbio attrezzata per giocarsi il campionato fino alla fine. Masciovecchio è un allenatore giovane che sa quel che vuole. Il mio intento è quello di fare una buona seconda parte di stagione, sperando di essere utile alla causa e di mantenere l'attuale posizione di classifica".

Andrea Miani è prodotto del settore giovanile della Renato Curi Angolana, con il quale ha avuto modo di giocare anche nella serie D. La sua stagione migliore è targata San Nicolò, due campionati fa, dove da fuoriquota mise a segno 9 reti. In questa prima parte di annata  ha giocato per il Grottammare, con la locale formazione militante nel campionato di Eccellenza marchigiana. Grazie alla mediazione di amici di sempre come Carconi e Sablone, Miani è tornato in abruzzo:

"sono contento della scelta fatta; innanzitutto  perchè la Flacco Porto è una società di primo livello, seconda cosa perchè gioco finalmente per una squadra della mia città. Lasciare l'Eccellenza non è stato facile, ma sono sicuro che il gruppo è di valore, e conto di tornarci con tutti loro".

04.12.09 15:10 - alondr - Letto 5334