Raduno cilcistico sportivo abruzzese-marchigiano delle 'vecchie e nuove glorie'

In memoria di Giuseppe Petrocchi, giunto alla quinta edizione

01.12.10 11:13
By Redcan

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.75/5 (4 Voti)

Raduno cilcistico sportivo abruzzese-marchigiano delle 'vecchie e nuove glorie'
Anche quest'anno, si è svolto, con successo, il simpatico raduno cilcistico sportivo abruzzese-marchigiano delle 'vecchie e nuove glorie', in memoria di Giuseppe Petrocchi, giunto alla quinta edizione. 
 L'organizzatore-principe, l'ex 'prof.' ai tempi di Bartali e Coppi, Giorgio Mancini, marchigiano doc, al termine del raduno è rimasto molto soddisfatto. "Organizzare ogni anno questo raduno _ riferisce Giorgio Mancini _ mi è molto faticoso. Bisogna iniziare due mesi prima affinchè tutti gli ex cilcisti possano. Qui si ritrovano tanti compagni di gioventù. Speriamo _ termina Mancini _  di farcela anche il prossimo anno".
   Al raduno, per un breve saluto, sono intervenuti il presidente della Provincia di Ascoli Piceno Piero Celani, l'ex Sottosegretario di Stato Pietro Colonnella e il presidente provinciale del Coni di Ascoli Piceno Aldo Sabatucci. Tra le vecchie glorie, Idrio Bui (ospite d'onore proveniente, assieme alla sua consorte, da Sinalunga, in provincia di Siena, ex professionista ai tempi dell'Airone Fausto Coppi e di Gino Bartali; il teramano Fernando Ricci (ex corridore della compagine 'prof' San Pellegrino); Tonino Franchi, nipote dell'ex gregario di Gino Bartali e Fausto Coppi al Tour de France, precisamente, il 'vecio' Franco Franchi (risiede tuttora a Poggio Morello di Sant'Omero in prov. di Teramo ndc), Primo Di Martino, Ezio Falò e, tra gli altri, a cui chiedo venia per non averli citati tutti, l'attuale campione italiano su pista Rino Gasparini di San Benedetto del Tronto.
   In programma, oltre alla presentazione delle foto d'epoca e articoli sportivi, la Santa Messa in ricordo dei corridori scomparsi. Al  termine si è dato inizio al pranzo assaggiando carattristici prodotti del posto come le olive all'ascolana. Nell'intervallo, a tutte le signore intervenute, sono state offerte le rose; a seguire, l'estrazione dei numeri della lotteria con ricchi premi.
Serafino Di Monte 

01.12.10 11:13 - Redcan - Letto 1988