Humangest Waterpolo Cup a Pescara, vincono Italia e Croazia

Il "settebello" batte per 11-3 l'Australia, i campioni del mondo del 2007 superano per 8-4 la Germania. Campagna, ct Italia: "ci sono ancora aspetti da migliorare"; Rudic, ct Croazia: "siamo ancora imprecisi, ma possiamo essere conmtenti".

11.06.11 12:16
By redvit

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.83/5 (6 Voti)

Humangest Waterpolo Cup a Pescara, vincono Italia e Croazia

di Daniele Riccitelli

La Humangest Waterpolo Cup, quadrangolare che vede impegnate alle piscine “Le Naiadi” di Pescara le nazionali di pallanuoto di Italia, Germania, Croazia e Australia, si è aperta ieri con un successo della nazionale azzurra. Il “settebello” di Alessandro Campagna, infatti, ha battuto con un netto 11-3 l’Australia, squadra di tutto rispetto che in passato ci aveva fatto soffrire in più di un’occasione. Il successo, arrivato nonostante i carichi di lavoro accumulati in vista dei prossimi importantissimi impegni e nonostante l’assenza programmata di alcuni “big”, ha ribadito che l’Italia, da un anno a questa parte, è tornata a rivestire quel ruolo di primo piano che negli anni precedenti era stato messo in dubbio da alcune deludenti prestazioni, su tutte quella dei mondiali di Roma 2009. La speranza, naturalmente, è che queste sensazioni positive siano confermate in occasione delle finali della World League (Firenze, 21-26 giugno) e, soprattutto, dei Campionati Mondiali (Shangai, 18-30 luglio). Intanto il ct, impegnato nella difficile scelta degli uomini da portare a Firenze, può godersi le ottime prestazioni dei vari Presciutti, Aicardi, Giacoppo e, soprattutto, di Stefano Luongo, “top scorer” con tre reti, e del portiere Giacomo Pastorino, che ha sostituito al meglio l’asso Stefano Tempesti. Proprio quest’ultimo, al termine della partita, si è mostrato decisamente soddisfatto di quanto fatto vedere in acqua dai suoi colleghi: “È stata un’ottima prestazione – ha commentato –, abbiamo giocato alla grande in difesa e questo ci ha permesso di fare bene anche in attacco; a dispetto degli allenamenti pesanti che stiamo svolgendo abbiamo espresso un ottimo gioco”. Il ct Alessandro Campagna, invece, si è mostrato soddisfatto solo a metà e, più che sugli aspetti positivi, si è soffermato sulle cose da migliorare: “Abbiamo fatto una partita discreta, abbiamo subito diversi contropiedi, anche in attacco, di fronte al forte pressing degli australiani, ci siamo spesso trovati in difficoltà. Il nostro obiettivo è crescere sotto il profilo del gioco, della gestione della partita, della tenuta mentale, quindi il risultato mi interessa poco, sono più importanti altri piccoli dettagli, dei quali alcuni sono andati bene e altri meno. Questi sono tornei di preparazione, quindi dobbiamo avere la maturità di non esaltarci troppo dopo una vittoria e, al contrario, soffermarci soprattutto sugli aspetti da migliorare”. Quello che ha detto questa prima partita, comunque, è che la nazionale italiana sembra aver preso la strada giusta, quella cioè che la porterà a giocarsi alla pari con le altre i tornei che contano. Nell’altra partita giocata ieri la Croazia, una delle squadre più forti dell’intero panorama internazionale (vincitrice, tra l’altro, dei Mondiali nel 2007), ha superato per 8-4 una buona Germania, dimostrando, qualora ce ne fosse ancora bisogno, tutto il suo valore, nonostante la condizione non fosse ancora quella ottimale. L’esperto ct Ratko Rudic, l’uomo che ha portato l’Italia al titolo olimpico nel 1992, ha commentato così la prestazione dei suoi: “Il nostro obiettivo è prepararci per la World League e per i Mondiali, qui siamo ancora carichi di lavoro e quindi poco precisi, soprattutto in attacco. Ci sono ancora elementi su cui lavorare, tuttavia possiamo essere contenti”. E, riguardo alle squadre da temere in vista dei Campionati del Mondo di Shangai, ha aggiunto: “Ci sono tante squadre competitive, su tutte Serbia, Ungheria, Montenegro, Spagna, Italia, Stati Uniti, Australia, Croazia; sarà una concorrenza molto dura, sarà difficile arrivare anche in zona medaglia”. La Humangest Waterpolo Cup prosegue oggi con Australia - Croazia (ore 19.30) e Germania - Italia (ore 21). Domani il programma prevede Germania - Australia (ore 19.30) e Italia - Croazia (ore 21). L’ingresso è gratuito, lo spettacolo è sicuramente garantito.

11.06.11 12:16 - redvit - Letto 2370