Gada Group Pescara3 sconfitta a Marigliano

Definire una giornata “no” quella di sabato scorso a Marigliano non può e non deve essere una scusante per Longobardo e compagni.

20.11.12 00:00
By redcc PagineAbruzzo

Gada Group Pescara3 sconfitta a Marigliano

Tya Marigliano – Gada Group Pescara3: 3-1

(25-17 25-17 15-25 25-22)

Definire una giornata “no” quella di sabato scorso a Marigliano non può e non deve essere una scusante per Longobardo e compagni. Il Pescara3 scende sul parquet campano svogliato e impaurito e rimedia un secco 3-1 contro una diretta concorrente alla salvezza che deve far riflettere l’intero spogliatoio.

Mister Colella schiera il solito sestetto con Piazza alla regia in diagonale con Santilli, martelli Longobardo e Feroleto, al centro Bigazzi e Evangelista, Ciavarella libero.

Primi due set identici, si lotta punto a punto solo nella parte iniziale, poi si concedono preoccupanti break  agli avversari che non si riescono mai a recuperare (25/17 entrambi per i padroni di casa).

Presi due ceffoni, il Pescara3 reagisce, inizia a picchiare forte in battuta, regola la difesa e il contrattacco e porta a casa il set sul 25/15 anche con una certa facilità.

Al cambio di campo, il Marigliano spinto anche da un caldissimo quanto corretto tifo, si sveglia e si assiste ad un parziale equilibrato ed entusiasmante fino al 22 pari quando gli ospiti spengono la luce e concedono i 3 punti meritatissimi ai campani.

Il mister Colella: “Una partita che avevamo preparato in maniera certosina; sulla carta era praticamente vinta , ma come spesso accade nella nostra realtà di squadra, frutto di inesperienza di alcuni, carenze tecniche di altri e gestioni tattiche ancora una volta da rivedere, mischiate a paura e poca spavalderia, hanno fatto sì che perdessimo anche questo scontro diretto, già il secondo dopo Atri”.

Paura che, invece, non si è vista nei padroni di casa: ”Onore e merito al Marigliano, che forte del proprio tifo e palazzetto, sono riusciti ad aggredirci senza permetterci di poter sviluppare anche in maniera superficiale il nostro gioco”.

Una squadra che sembra svegliarsi solo a metà partita: “Solo nel terzo set, dovuto anche ad un loro calo psicofisico, siamo riusciti nel nostro intento; poi, però, quando dovevamo continuare per cercare di portare a casa dei punti preziosi, son venuti di nuovo fuori tutti i nostri problemi tecnici che in settimana sembrano essere risolti ma che ogni sabato continuano ad evidenziarsi”.

Potrebbe essere una sconfitta comunque salutare: ”Certo mai abbattersi, ma questa partita deve far riflettere molti dei miei giocatori su quello che effettivamente vogliono fare a livello pallavolistico: crescere per togliersi qualche soddisfazione personale, o rimanere nell'anonimato; perché lì dove non riusciamo ad arrivare con la tecnica e la tattica, possiamo comunque provarci attraverso uno spirito diverso ma sicuramente carismatico ed "impavido” già a partire dalla prossima gara in casa”.

Appuntamento con la riscossa è sabato prossimo tra le mura amiche del PalaOrfento contro il Lacaita Torricella (TA) alle ore 17:00.

20.11.12 00:00 - redcc PAGINEABRUZZO