Il Pescara torna a militare in B per la trentaduesima volta, una festa responsabile

Pescara - La città ha dimostrato grande senso civico che con entusiasmo ed allegria ha salutato la promozione. I commenti del sindaco Mascia e del presidente del consiglio regionale Nazario Pagano

13.06.10 23:40
By Redcan

Dai, vota anche tu!!! Votato 2.5/5 (56 Voti)

Il Pescara torna a militare in B per la trentaduesima volta, una festa responsabile

PESCARA – Il Pescara torna a militare nelle serie B, per la trentaduesima volta, è bastato il goal del bomber Ganci per coronare un sogno di una società, di una città. Grande festa dentro e fuori lo stadio, i colori biancazzurri hanno invaso la città. Dallo stadio Cornacchia i festeggiamenti si sono spostati in piazza Salotto e piazza Primo Maggio. Sembrava di essere di rivivere il tifo vero che dall’87 al 93 ha accompagnato la squadra attimo per attimo. Nonostante l’entusiasmo per questa giornata di festa la Questura di Pescara non ha riscontrato incidenti significativi, nonostante uno stadio con 18mila presenze e con la provocatoria tifoseria veronese. I tifosi e la città hanno dato prova di civiltà. Dalla Questura sono giunte notizie solo di uno sfortunato episodio accaduto ad un ragazzo che maneggiava un petardo. Il materiale esplosivo gli è scoppiato tra le mani provocandogli delle ferite. I giocatori  hanno festeggiato al Jumbo, la dirigenza della società ha salutato i tifosi durante la diretta di Rete8 al Ruff Garden dell'hotel Esplanade.

Una giornata di festa come confermano il sindaco Luigi Albore Mascia e il Presidente del Consiglio Regionale Nazario Pagano.  

 “Una grande festa per la città, per quei tifosi che da sempre sostengono i nostri colori, ma una grande festa anche per quelle forze produttive che hanno creduto nel potenziale della squadra di calcio cittadina, hanno investito e hanno dato al capoluogo adriatico la grande occasione di vedere il Pescara risalire in serie B. Oggi ancora una volta celebriamo quel cammino di rinascita, sviluppo economico e ripresa iniziato un anno fa, quando il nostro territorio ha cambiato pagina”. E’ il commento a caldo del sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che oggi ha assistito allo Stadio Cornacchia alla partita conclusiva di campionato con l’incontro Pescara-Verona che ha segnato il ritorno della Delfino Pescara in serie B. Accanto al sindaco in Tribuna anche Maria Sensi, la madre della presidente della Roma Rosella Sensi, la quale ospite del Club delle donne biancazzurre di Nella Grossi ha voluto essere presente alla partita.

“Abbiamo sempre creduto nella professionalità e nelle capacità dei nostri ragazzi in campo – ha ricordato il sindaco Albore Mascia –, ragazzi che per nove mesi hanno dato cuore e passione per regalare alla città un risultato d’eccellenza. Per scaramanzia ancora oggi non osavamo proferire la parola ‘promozione’ ma in cuor nostro ogni tifoso ha sperato di poter festeggiare il traguardo questa sera. Per tale risultato raggiunto ovviamente il ringraziamento dell’amministrazione comunale va alla società che, grazie a una rinnovata gestione, ha saputo ben calibrare le misure da intraprendere per mettere i ragazzi nelle migliori condizioni per lavorare sempre con serenità. Una società che tra l’altro, ha assunto un formidabile rapporto di collaborazione con la stessa amministrazione cittadina, un rapporto che ci ha permesso di raggiungere obiettivi ragguardevoli, come la trasferta per Foggia, qualche settimana fa, che sembrava impossibile e invece, unendo le forze, abbiamo permesso ai nostri tifosi di seguire la squadra del cuore. Il nostro grazie va ovviamente alla squadra che ha lottato con passione, senza mai distogliere lo sguardo dal risultato finale, senza concedersi distrazioni né esitazioni. E un grazie va al mister Di Francesco che ha saputo guidare i suoi ragazzi sapientemente verso la méta, senza lasciarsi andare a facili entusiasmi, ma conservando quello spirito di autocritica che oggi ci ha consentito di celebrare una giornata destinata a rimanere memorabile. E infine – ha ancora detto il sindaco Albore Mascia – rivolgo un ringraziamento anche alla tifoseria  che anche oggi ha saputo dimostrare la propria vicinanza alla squadra e che sono certo anche nelle prossime giornate saprà manifestare con civiltà la propria gioia. La nuova amministrazione comunale ha sempre sostenuto, sin dal proprio insediamento, la squadra cittadina, alla quale continueremo a garantire il nostro massimo supporto. Nei prossimi giorni riceveremo in Comune i giovani del Pescara Calcio in un’iniziativa tesa a ringraziarli per l’ottimo lavoro svolto sino a oggi, e poi insieme penseremo anche a festeggiare in modo opportuno la promozione”.

Il Presidente del Consiglio Regionale si è congratulato così con il club biancazzurro: ““Esprimo soddisfazione a nome personale e dell’Assemblea legislativa regionale che presiedo per la promozione del Pescara in serie B – commenta il Presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano -. La vittoria rappresenta un successo importante per la Città e soprattutto per la regione Abruzzo. Mi complimento con il sodalizio biancazzurro per aver allestito una squadra capace di costruire una promozione che rimarrà indelebile nella storia calcistica abruzzese. Mi auguro che, per il club pescarese, oggi sia solo l’inizio di una lunga serie di successi. Ai giocatori, all’allenatore Eusebio Di Francesco, al Presidente De Cecco e ai componenti della società – conclude Pagano – va il mio augurio e ringraziamento per questa meritata promozione”

Per le immagini nello Stadio Adriatico su SportOggi:

Clicca qui per l'articolo completo e le immagini sulla partita Pescara-Verona

13.06.10 23:40 - Redcan - Letto 20151