Pescara. E scomparso Giampiero Panzino

Pescara - Il cordoglio del sindaco Albore Mascia a Carla Panzino, ex assessore alla Solidarietà al Comune di Pescara

30.07.12 18:08
By Redcan

Dai, vota anche tu!!! Votato 4/5 (9 Voti)

Pescara. E scomparso Giampiero Panzino

PESCARA - “L’amministrazione comunale tutta e la stessa città sono vicine, in questo momento di profondo dolore, all’amica Carla Panzino, ex assessore alla Solidarietà al Comune di Pescara, e soprattutto Presidente dell’Associazione Adricesta, che oggi ha perso il marito, l’amico Giampiero, stroncato da un malore improvviso. A Carla e ai figli va tutto il nostro affetto e la condivisione del dolore per la perdita di un uomo straordinario, che abbiamo imparato a conoscere attraverso Carla, e soprattutto siamo pronti a sostenere la famiglia in ogni modo, così come farà Pescara intera che tanto deve all’impegno sociale e umano di una donna piena di energie, che nel proprio amore per il volontariato saprà trovare la forza e il coraggio per andare avanti, con Giampiero nel cuore e nella mente”. Lo ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia raggiunto dalla notizia della morte di Giampiero Panzino, marito di Carla Di Santo Panzino, ex assessore al Comune di Pescara con la giunta Albore Mascia e Presidente di Adricesta, l’Organizzazione di volontariato che si occupa della donazione del Cordone ombelicale per la cura delle leucemie e promotrice del progetto ‘Un buco nel muro’.

“A darmi la notizia è stata la stessa Carla in una telefonata che mai avrei pensato e soprattutto voluto ricevere – ha detto il sindaco Albore Mascia -. Mentre erano in Sardegna, a Villasimius, Giampiero, questa mattina, è stato colto da un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Una notizia terribile, una tragedia per Carla e i ragazzi, ma anche per la grande famiglia della mia giunta comunale che, nonostante gli addii e le separazioni, ha saputo mantenere un rapporto di grande amicizia, con contatti continui e costanti perché al di là della politica e delle cariche politiche e amministrative, sono i rapporti umani quelli che contano e che restano nel tempo. Superato lo shock iniziale, stiamo sostenendo Carla nelle pratiche necessarie per tornare al più presto a casa, a Pescara, con Giampiero, un momento che sarà di profondo e inimmaginabile dolore per tutti noi. Di Giampiero ho un ricordo personale e profondo, un uomo iperattivo, sempre pronto a sostenere le attività e le iniziative di una moglie-vulcano, ad aiutarci nell’organizzazione di eventi, sin nel più piccolo dettaglio, silenzioso, ma presente, sempre pronto alla battuta per stemperare anche i momenti più difficili, manager d’azienda e professionista tra i più stimati, eppure dotato di una modestia eccezionale, non amante delle luci della ribalta, non ha mai fatto mancare il suo sostegno e supporto, fisico e spirituale. Lo ricorderò sempre con la sua macchinetta fotografica in mano, per immortalare la sua Carla nelle mille attività che da sempre la vedono coinvolta, come presidente di Adricesta e anche come assessore comunale. Di Giampiero porterò con me il ricordo e la lezione di grande compostezza in tutte le situazioni e la sua dote di moderatore e anche per Giampiero saremo tutti vicino a Carla e ai suoi ragazzi colpiti nell’intimo in un dolore che mai si sanerà, ma che solo il tempo potrà rendere più dolce nel ricordo del sorriso dell’amico che non c’è più. E con noi sono certo che tutto il mondo del volontariato si stringerà a Carla, l’amica di tutti che mai si è risparmiata per gli altri”.

30.07.12 18:08 - Redcan - Letto 4676