CRABS PE: “Gioco duro” e vittoria nel segno di Sargiacomo.

Sconfitti i Messina Caribdes 39 a 12. Il campo di casa resta imbattuto nel 2012.

29.05.12 06:10
By redcc

Dai, vota anche tu!!! Votato 3/5 (5 Voti)

CRABS PE: “Gioco duro” e vittoria nel segno di Sargiacomo.

Mezzogiorno di fuoco, mezzogiorno di football!!! Sotto il caldo sole di una mattina di fine maggio, si perpetra il primo atto dei Playoff 2012 per i Pescara Crabs. Seppur venga lasciato il primo quarto a favore dei volenterosissimi ragazzi siciliani, i Crabs riescono a ritrovare il bandolo della matassa e portare a casa un’importante risultato.

A causa di qualche infortunio, molti rookies hanno avuto la possibilità di mettersi in luce guidati da coach Saverio Di Sante in attacco (assente per motivi familiari l’head coach Alessandro Patroncino) e da coach Walter Santuccione in difesa che abilmente sono riusciti a condurre fuori dalle sabbie mobili la squadra nel momento di necessità.

Ma veniamo alla cronaca.

Il primo quarto è stato controllato dalle difese di entrambe le squadre che hanno rintuzzato i rispettivi attacchi avversari: i Crabs devono solo recriminare con se stessi per un certo numero di penalità subite dall’attacco a causa di troppe disattenzioni. Alla fine del quarto, un lampo del RB messinese #20, Marcello Milioti, ben imbeccato dal QB #4, Andrea Petrullo, sblocca il risultato: 6 a 0 per i Caribdes.

La musica nel secondo quarto non cambia: gli attacchi faticano, le difese reggono. Il pareggio sopraggiunge con un splendido lancio del QB # 18 Daniele Bonanno (all’esordio stagionale dall’inizio partita) che imbrocca il WR #86 Mauro Baldonero che s’invola, con una bella corsa, verso la end zone. Fanastica giocata da 60 yds!!!. Il calcio di trasformazione viene bloccato dalla difesa messinese. Il quarto finisce con un altro td dei Crabs. Sempre Bonanno pesca l’altro WR pescarese, il #81 Alessandro Ciccolallo che, con un’acrobazia, realizza il secondo td per i Crabs. Fabio Notarpasquale, #28, realizza il calcio del 13 a 6 per i Crabs. Ma i Caribdes sono venuti per onorare il loro campionato e, con tanta tenacia e buone giocate, riescono ad avvicinarsi nuovamente ai Crabs con una realizzazione del solito RB Milioti: trasformazione non riuscita e punteggio, col quale si chiude il secondo quarto, 13 a 12 per i Crabs!!!

Nella pausa tra il secondo ed il terzo quarto, viene tributato un toccante ricordo al compianto Vittorio Sargiacomo, colonna dei Pescara Crabs degli albori e scomparso qualche settimana fa. Con l’intera squadra disposta quasi come un picchetto d’onore, il presidente Fabrizio Moretti dona una targa ricordo alla moglie, presente con i figli, ed al fratello di Vittorio. La commozione è stata enorme ed anche i Caribdes, a fine partita, hanno tributato un saluto allo scomparso amico.

La partita riparte ed i Crabs sembrano rinvigoriti da nuove energie e, nonostante il caldo, riescono a prendere le distanze dai ragazzi siciliani. La difesa biancorossoblu non permette all’attacco giallorosso di sviluppare il proprio gioco, mentre l’attacco Crabs, che ha riproposto in cabina di regia il QB #8, Simone Iannucci, riesce a macinare yards su yards. Due sono i TDS del terzo quarto: nel primo Iannucci trova splendidamente il WR #17 Nicola Marinucci che, dopo una breve corsa, realizza la sua segnatura giornaliera. Notarpasquale trasforma il calcio. Punteggio sul 20 a 12 per i Crabs. Nella transizione successiva, dopo che la difesa è riuscita a riconsegnare la palla all’attacco, sempre Iannucci imbecca il TE #88 Pierfrancesco Busto che dopo la ricezione ed una corsa di oltre 60 yds segna e porta lo socre sul 26 a 12. Notarparsquale trasforma.

Il caldo aumenta, le squadre reggono bene il campo, i Caribdes mettono tutto il loro cuore, cercano di non mollare ma i minuti finale vedono i Crabs dilagare: il WR #86 Mauro Baldonero, prestato come RB a causa dei numerosi infortuni nel reparto, segna con una breve corsa a ridosso della end zona. Notarpasquale trasforma e punteggio sul 33 a 12. Ma la partita non è finita ed anche la difesa dei Crabs vuole andare sul tabellino delle segnature: il CB #27 Francesco Casalino, rookie, riesce ad intercettare un lancio del QB messinese Petrullo e dopo una corsa esaltante di oltre 70 yds segna e chiude definitivamente la partita sul 39 a 12.

Ed ora di nuovo i Salerno Eagles. Gli accoppiamenti per il turno successivo dei playoff (sedicesimi di finale) vedono nuovamente lo scontro tra i pescaresi ed i campani che, sicuramente, saranno più agguerriti che mai, anche perché seriamente candidati alla conquista . La posta in palio inizia ad essere altissima, ci si gioca l’ingresso tra le migliori otto squadre italiane nonché la semifinale di conference tra la vincente dello scontro tra Palermo Cardinals e Ostia Black Hammers.

Una menzione particolare ad alcuni membri della squadra è d’obbligo: per la difesa, ottima prestazione da parte di Matteo Lupo, LB #25, Alessandro Morgante, LB #47, Mark Kirylo, CB #23 e Francesco Casalino (rookie), CB #27 ed autore dell’ultimo td. Per l’attacco, buon esordio da titolare e con tanta emozione da parte del QB #18 Daniele Bonanno e del RB #16 Emiliano Pelaccia, sacrificatosi a causa dell’assenza di numerosi suoi compagni di reparto.

Il tempo dei festeggiamenti e dei ricordi deve ora lasciar spazio alla preparazione del nuovo match. Ed i Crabs non desiderano certamente abbassare la guardia. L’appuntamento è per domenica 3 giugno a Salerno.

Buon football a tutti.

Daniele Mancini – Ufficio stampa Crabs

29.05.12 06:10 - redcc - Letto 721